• +39 388 9028938
  • messina@lucio.online
  • Milano

I gadget tecnologici che hanno definito l’ultimo decennio

I gadget tecnologici nei primi anni nel 2010 sono stati modellati dalla furiosa corsa per vincere le guerre degli smartphone prima e poi per creare gadget che potessero essere sempre più utili e vicini agli utenti.

Ecco una carrellata di tutti gli oggetti che oggi fanno parte del nostro quotidiano ma che fino a dieci anni fa neanche esistevano.

– GOOGLE GLASS (2013)

“Glass Explorers” è uscito prima in America il 15 Aprile del 2013, per un tempo limitato al prezzo di 1500 dollari.
Sebbene il prodotto stesso non abbia avuto un impatto enorme sulla vendita ne sullo sviluppo della realtà aumentata nascente, è stato un grosso passo avanti. Google Glass ha portato a un’importante innovazione: è stato il primo serio tentativo di Google di fotografia computazionale in un prodotto, che in seguito ha portato a un enorme cambiamento nelle fotocamere degli smartphone.

– SNAP SPECTACLES (2016)

Realizzati come occhiali da sole, Snapchat ha incoraggiato i suoi utenti a usarli principalmente all’aperto, dove le persone hanno minori aspettative di privacy. Sebbene Spectacles conta milioni di dispositivi invenduti, è ancora in fase di sviluppo. Oltretutto questi occhiali hanno indicato la strada da seguire per il calcolo della realtà aumentata come quasi nessun altro da allora.

– FIDGET SPINNER (2017)

Simile a dispositivi che erano già in commercio nel 1993, Fidger Spinner ha fatto impazzire tutti e ognuno di noi, almeno una volta, può ammettere di averlo fatto ruotare in mano. Creato con l’idea di essere un vero e proprio giocattolo; costituito semplicemente da un cuscinetto a sfera al centro di una struttura piatta a più lobi (in genere due o tre) realizzata in metallo o plastica progettata per ruotare lungo il suo asse con un piccolo sforzo. Venduto inizialmente per alleviare energia nervosa, ansia o stress psicologico.

– CITY BIKE (2013)

Anche se forse non ti è mai capitato di usare una bike sharing, probabilmente le hai viste in ogni città che hai visitato. L’ondata delle bike sharing hanno provocato un grande cambiamento nei trasporti in questo decennio, trasformando un mezzo semplice come la bicicletta in una comoda opzione di trasporto in città.

– SELF BALANCING SCOOTER (2013)

La “tavola autobilanciante” è un trasportatore personale costruito su due ruote motorizzate. Chi vi è sopra controlla la velocità inclinandosi avanti o indietro e girando a seconda di come appoggia il peso. La produzione in serie è iniziata  in Cina nel 2014 ma l’eccessivo surriscaldamento della batteria soggetta ad incendio ha portato a ritirarne i prodotti nel 2016; è stata rimessa sul mercato solo dal 2017.

– COPRI WEBCAM (2016)

Uno dei gadget più venduti dell’ultimo decennio esiste per annullare uno dei più grandi gadget del decennio precedente degli anni 2000. La webcam diventata onnipresente sui laptop ha nel tempo aperto possibilità inquietanti. Ecco perchè nel tempo è nata la necessita di oscurarla all’occorrenza e solo dal 2016 le aziende hanno iniziato a produrne in modo industriale.

– CARICABATTERIE WIRELESS (2015)

La ricarica wireless è assolutamente uno dei gadget tecnologici che ha più fatto parlare di se. Grazie all’utilizzo di due avvolgimenti elettromagnetici per realizzare la cosiddetta ricarica induttiva. Questo oggetto è stata la semplificazione più veloce ai cavi dando la possibilità di ricaricare semplicemente appoggiando lo smartphone su un supporto.

– SELFIE STICK (2014)

“Selfie” è stata la parola dell’anno 2013 di Oxford Dictionaries , e poco dopo è arrivato il boom del selfie stick. Utile per scattare foto grandangolari senza dover consegnare il telefono a qualcun altro, il selfie stick è diventato popolare tra vlogger e turisti. Nel tempo si è andato perdendo grazie all’evoluzione di fotocamere e obbiettivi su smartphone sempre migliori.

– APPLE IPAD (2010)

Il tablet di Apple ha lanciato con successo una nuova categoria di dispositivi che si collocano tra laptop e smartphone. Sicuramente uno dei gadget tecnologici più iconici di questo periodo. Il primo modello di dieci anni fa era grosso, semplice e deriso come un iPhone gonfiato, ma alla fine gli utenti hanno adorato la grande esperienza touchscreen.

– XIAOMI M365 SCOOTER (2016)

Abbiamo voluto indicare il marchio perchè è sicuramente quello che si è contraddistinto per quanto riguarda i monopattini elettrici. La società cinese Xiaomi che produce in serie le due ruote, ha nel tempo contribuito ad alimentare il fenomeno. Anche se il boom è arrivato in poco tempo come la smart mobility sostitutiva delle biciclette, il retrofont parlamentare in Italia ha lasciato qualche dubbio sul futuro del monopattino elettrico nelle città.

– KINDLE PAPERWHITE (2015)

Il Kindle di Amazon è stato il primo e-reader popolare. Con gli aggiornamenti, Paperwhite ha nel tempo raggiunto la promessa che Amazon aveva fatto ai suoi utenti: la possibilità di avere un e-reader che non era solo buono come un vero libro ma (forse) meglio.

– SMARTWATCH (2012)

Arrivato nel 2012 dall’azienda Pebble, fu il primo smartwatch economico ed ebbe successo immediato. La vittoria fu data dalla leggerezza (solo 40 grammi) e allo schermo e-paper. Non tardarono a copiarne la tendenza Samsung che iniziò a produrre la serie Gear, mentre dal 2014 Google creò Android Wear. Apple, nel 2015 Apple lanciò Apple Watch, con il sistema operativo watchOS.

– POPSOCKET (2014)

PopsSocket è arrivato sul mercato per la prima volta nel 2014 per risolvere un problema che tutti improvvisamente abbiamo avuto: i nostri telefoni sono diventati troppo grandi da contenere. Si è dimostrato un ottimo modo per personalizzare il tuo dispositivo  rendendolo anche più utilizzabile.

– DJI PHANTOM (2013)

L’arrivo dei droni ha per sempre rivoluzionato il nostro modo di guardare al mondo. Con la loro possibilità di essere di facile utilizzo, hanno permesso a chiunque di comprarne uno e fare riprese mozzafiato dall’alto.

– APPLE AIRPODS (2016)

Apple ha introdotto AirPods nello stesso giorno in cui ha deciso di togliere definitivamente il jack per cuffie con l’iPhone 7. E questo ha provocato che negli anni successivi, sono diventati un accessorio indispensabile per milioni di persone.

– VIRTUAL ASSISTANT (2011)

Il primo prodotto di virtual Assistant è stato introdotto il 4 ottobre del 2011 nell’iPhone 4S con il sistema Siri seguita il 9 luglio dello stesso anno da Google Now. Novembre 2014 arriva invece sul mercato Alexa & the Amazon Echo.

– DYSON SUPERSONIC (2013)

Un asciugacapelli non si è mai sentito come un gadget fino a quando Dyson non ne ha realizzato uno che assomigliava più a un macchinario di fantascienza che a un elettrodomestico. Con un prezzo di lancio di 400 dollari, Dyson è diventato in poco tempo uno degli asciugacapelli più amati.

– MICROSOFT KINECT (2010)

Kinect di Microsoft ha inaugurato un’ondata di giochi come Just Dance e Dance Central facendo sembrare (per un attimo) i giochi senza controller come il futuro del videogame.
Aveva generato un entusiasmo capace di farlo diventare l’oggetto tecnologico venduto più velocemente del 2011, quando in 2 mesi dall’arrivo nei negozi era finito nelle case di 133mila (e passa) acquirenti al giorno. Nonostante i 35 milioni di pezzi venduti, il gadget ideato inizialmente per Xbox 360 al grido di “You are the controller” dal 2017 non è più in produzione.

Conclusioni sui gadget tecnologici dell’ultimo decennio

Con questo recap generale sui gadget tecnologici che più hanno scosso l’ultimo decennio, ci aspettiamo ancora grandi passi avanti nella tecnologia del prossimo anno.

 

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *